RILIEVO BIOGAS SUL CORPO RIFIUTI IN ZONE DI DISCARICHE DISMESSE

ll rilievo della presenza di eventuali biogas causati dalla fermentazione della sostanza organica prodotta dal rifiuto sistemato nel sito dismesso risulta di fondamentale importanza. Ciò permette di individuare l’eventuale presenza di trappole di biogas tenute in pressione dalla presenza di rifiuti, potenzialmente pericolose qualora durante le attività di bonifica tali gas non venissero prima fatti fuoriuscire completamente attraverso la creazione di una rete di monitoraggio, provocando così una esplosione.

La misura è incentrata essenzialmente sulla determinazione dei parametri critici quali metano (CH4) e idrogeno solforato (H2S) oltre che di ossigeno (O2) e di altre sostanze organiche volatili (VOC), mediante stumento portatile a fotoionizzazione (PID) per la rilevazione dei VOC e rilevatore multigas per % di LEL-O2-CO-H2S , così da consentire l’effettuazione di detto rilievo nel minor tempo possibile.

Si realizza una rete di monitoraggio costituito da l’installazione di tubi piezometrici finestrati disposti sulla superficie del corpo della discarica in maniera da rendere rappresentativo il rilievo. infatti  dovranno realizzarsi un numero di perforazioni tali da coprire tutta la superficie oggetto dell’intervento; ogni perforazione è realizzata a secco per profondità variabili in funzione delle caratteristiche del sito.